Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

La banda del pesce rosso

C'erano ventidue ragazzini in quel cortile a tirar calci a un pallone di gomma già un po' ammosciato dal troppo uso, le due schiappe erano state messe in porta, a Rossano e Gregorio, uno obeso, uno un po' duro di comprendonio, neppure quello era concesso. Stazionavano perennemente in panchina ma con spirito diverso: Rossano si gustava un panino consapevole che mai lo avrebbero coinvolto nella partita, mentre Gregorio, Gregoriuccio, Uccio per la famiglia e Ciuccio per la banda del cortile) viveva nella mal riposta speranza che prima o poi sarebbe stato convocato. Poiché i due portieri non erano destinati a diventare Zoff né per dimensioni, né per capacità, si sentivano spesso i clangori determinati dall'impatto della palla contro le saracinesche dei garage. A quel punto regolarmente faceva capolino una mamma, nonna, zia che iniziava a "sacramentare" o minacciare di sequestrare o giustiziare il pallone. Tutte tranne la signora Ulrich che più di tutte avrebbe d…

Ultimi post

Ancora su alieni allo specchio

Le chiavi di Fiordaliso

La ragazza di Sezze

Dicono degli alieni

Montagna ferita

La relatività anagrafica

Il volo di Grisbì

Il domatore di farfalle

Graziano il veterinario

Alieni allo specchio