Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Il popolo dei Sacapoche

Il popolo dei Sacapoche, non ci è dato sapere come, in tempi remotissimi, dopo secoli di nomadismo, era diventato stanziale nella cucina di una pasticceria. Si tratta di un popolo di microscopiche dimensioni ma di macroscopico ingegno che in breve era passato dall'essere composto da raccoglitori cacciatori ad essere geniali inventori poiché avevano scoperto che la caccia non era nella loro indole, quindi erano giunti alla conclusione che, date le loro minime necessità dovute alle minuscole dimensioni, potevano vivere come "saprofiti" di un'altra civiltà e coltivare l'arte e la bellezza. Cosa dunque meglio di una bottega di pasticceria poteva rappresentare il territorio fertile per vivere e prosperare ad una sì nobile civiltà? Tuttavia anche le migliori pasticcerie con tradizione secolare, con ricette tramandate di generazione in generazione, con le file la domenica alla cassa per l'acquisto della pastarelle succede che chiudano, perché il Signor Francesco, l…

Ultimi post

La Signorina Adalgisa

Luce

Orti di palude

Un giorno, che non era estate

Il Genio Luigi

Sirene di città

Il gusto di Nela per i pachidermi

Lettere e lettiere

Ninna nanna della SignoRina

Incipit: la compagnia delle illusioni