Lasciti e doni

Per la SignoRina 


Ti dono
la pioggia, che crea pozzanghere e arcobaleni
placa la sete,
è mamma della neve.
Ti dono
la canzone del cielo al tramonto
il lago che la echeggia di sera,
l’acqua-musica sincopata
del ruscello rotolato dai sassi,
l’ardente cadenza di una modulazione,
il canto mattutino del primo uccello che si riscuote dal sonno,
il suono enorme contento di padre-risata
e madre-canto.
Ti dono
le accattivanti forme di piante carnivore
e le orchidee
e i luoghi segreti in cui crescono,
il lento ruminare delle vacche pezzate
e il fieno mietuto d’agosto.
Ti dono
il veloce scoiattolo, la lenta tartaruga,
l’assurda presenza di
pulcinelle di mare, pellicani e pinguini,
il delirante gioco dei delfini,
i canti e i giochi
delle grandi balene grigie.
Ti dono
navi e ruspe
ruote e ingranaggi, camme e cricchetti,
leve e fulcri
con cui, dal tuo posto,
potrai muovere il mondo.
Quantomeno, secondo Archimede.
Ti dono
cose da esplorare:
specchi e magneti, l’orologio biologico degli scarafaggi,
i cunicoli della mente, la deriva dei continenti,
l’uso delle parole e
l’immaginazione creativa del genio.
Ovviamente ti dono
La sempre misteriosa luna
e piogge di stelle lontane,
notti serene di venti silenziosi
e notti tempestose spaccate dal tuono-fulmine.
E ti auguro
in bocca il sapore di lingue straniere,
di sushi di pizza di curry,
di centomila modi per dire ‘grazie’
e ‘scusa’.
Ti lascio inoltre
colline rocciose da scalare
e ingiustizie da combattere,
blues da cantare
e incredibili catastrofi da sopportare,
svantaggi da superare
e imprese degne da tentare,
rischi da prendere,
rabbia da domare e
pregiudizi da superare.
E mi auguro per te
il coraggio della vulnerabilità,
la guarigione del conforto,
la possibilità del perdono e
il tocco di una mano amata.
In breve, ti dono questa terra varia
come tuo giocattolo,
come tuo lavoro di una vita e
come cosa da amare.
Non credo ci sia posto migliore per lei.
Carol Aymar Armstrong.
Traduzione di Anna Aresi

Commenti

  1. Bellissima, struggente e vera.

    RispondiElimina
  2. Semplicemente un grosso grazie. Teodolindo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O il Teodolindo di persona personalmente! Che ci fanno fare 'sti figli . Auguri a voi quattro, che sia un bel cammino

      Elimina
  3. Un dono straordinario che racchiude tutta la vita

    RispondiElimina
  4. Amanda, questo dono e' speciale. Lo custodiremo con cura, in attesa di poterlo leggere alla SignoRina. Grazie di cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ditele anche questo da parte mia: mangia e dormi e fai riposare la mamma, altrimenti vengo e ti appendo come il bucato😂

      Elimina
  5. Oh, io che non mi commuovo (quasi) mai mi sono commossa! <3 <3 <3

    RispondiElimina
  6. bellissimo bellissimo e bellissimo

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari