Motoscafi di sabbia







I motoscafi di sabbia sono passati di moda.
Alla fin degli anni 60 sulla spiaggia si facevano sinuosi motoscafi di sabbia a quattro o sei posti.
Zio Gastone, neanche a dirlo, era il re delle finiture eleganti dei motoscafi di sabbia. Noi sfrecciavamo veloci nella nostra immobilità, i capelli arsi ed imbionditi dal sole. Le gemelle piangevano, volevano il posto di guida, ma Massimo avrebbe ucciso per il posto di guida.
Così abbiamo serie di foto con gemelle urlanti.
In realtà quando io ho potuto vantare diritti sui posti in motoscafo, le gemelle avevano da tempo smesso di piangere per il posto di guida ed avevano anche smesso di piangere perchè si erano perse sulla spiaggia. Mia madre viveva nell'incubo di perdersi una gemella in spiaggia. Zia Bruna ci portava sui monti, mia madre al mare. Finché ne doveva gestire quattro (mia sorella, Massimo e le gemelle), faceva indossare immancabilmente a tutti lo stesso cappellino da sole e passava il tempo a cercare di identificare quattro cappellini identici nello stesso campo visivo - mia madre è una nota patita di enigmistica -. Poi siamo arrivate Monica ed io ed abbiamo scombussolato le carte: avevamo teste di dimensioni diverse ed esigenze diverse, quindi a questo punto al mare veniva anche Ortensia e la sera dopo averci "desabbiati" ed aver decatramato 12 piedi erano sfatte.
Anche le piste per le biglie con le facce dei ciclisti sono passate di moda, niente più bimbi piccoli portati a traino per i piedi dai più grandi per sagomare l'otto iniziale.
Resiste qualche castello di sabbia, ma niente ponte levatoio fatto con gli stecchi del gelato.
Nessuna partita ad impiccato e niente costruzione ardita di "piroli" di sabbia bagnata

Commenti

  1. Ma che belli questi scorci nel vostro passato, balneare e non. Chissà come me li ero persi e stamattina me li sono proprio gustati, uno ad uno. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo era un post del vecchio blog, non lo avevo ancora salvato qui 🤗

      Elimina
  2. me lo ricordavo anche perché era un affresco pure delle mie estati marinare

    RispondiElimina
  3. Bellissimi questi ricordi, al mare mi mettevano a dormire tra le brache con gli asciugamani a far da tenda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Jesolo al massimo pattini, barche zero

      Elimina
  4. Mamma mia rievocare giornate in spiaggia ora che è finalmente caldo tocca non poco la mia sensibilità, leggere il tuo post in pausa cena al lavoro poi mi fa quasi venire da piangere!

    RispondiElimina
  5. Ho appena comprato "L'impiccato" alla Bianca, ma se te mi dici che è passato di moda alora lo riporto indietro e lo cambio con qualcos'altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E con cosa? Un gioco elettronico?😱😱😱

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari