I love Alto Adige



Le vacanze in montagna di questo 2014 sono proprio di tutto riposo, se non di noia pura, tra una giornata di pioggia torrenziale e una di sole pallido, pero' io progetto.
Appunto… progetto! Considerato che fare passeggiate nel  fango non e’ la mia massima aspirazione, esamino la cartina e faccio progetti di visite nelle zone circostanti.
L’anno passato sono salita sull’altipiano del Renon, quest’anno  mi sono diretta a nord.
La giornata era, come questa, oserei dire  incerta, nuvole andanti...




ma non mi sono demoralizzata, e sono scesa a valle, appunto in direzione Nord.


Nella mia ingenuità ho pensato che di lunedì dopo Ferragosto, avrei trovato traffico scorrevole, ma non è stato così, in molti avevano fatto il medesimo ragionamento, percio' ho trovato molto traffico sia in autostrada che sulla statale e così il tempo che avevo preventivato come necessario per raggiungere la meta si è dilatato, avrei quasi fatto in tempo a tornare a Milano e invece erano solo 118 km.
Allora dicevo, scendo a valle, a Bolzano mi immetto in autostrada direzione Nord e dopo circa 35 km arrivo a Bressanone, e imbocco la strada che percorre tutta la val Pusteria,  una strada stretta,con una sola corsia per ogni senso di marcia e se si incontrano camion o sprovveduti che devono guardare il paesaggio oppure non conoscono la strada, le code si formano  e non si puo’ fare altro che.. ammirare le montagne o i ciclisti, perchè una bella pista ciclabile affianca la strada statale in molti tratti.
Avevo fatto delle vacanze in Val Pusteria tanti anni fa, ma non ricordavo nulla, per giunta le vacanze erano invernali, e percio’ il paesaggio era comunque molto diverso da quello estivo.
La Val Pusteria, per chi non la conosce,  è una valle molto ampia, così ampia che le coltivazioni sono quelle della val Padana, si vedono campi di mais a destra e a  sinistra, come questi





Per me e' stato strano vedere abeti ai piedi della montagna e poi i campi di mais, magari vedere campi di orzo, segale, ma mais non me lo aspettavo. 

In ogni caso tra un campo e l’altro, e tra una coda e l'altra, ho incontrato questo campanile, con la frase:
Memento omo quia tempus est aurum
f
forse iu calvinisti hanno avuto deglia debti d queste<’

Ma.. forse Calvino aveva adebti in questa valle?

E poi resti di fortezze come questa



Si, in verità in Alto Adige i resti di fortificazioni abbondano, percorrendo l’autostrada da Verona  a Bolzano se ne incontrano molte a cominciare dal Castello di Avio.

Comunque arrivo a destinazione dopo tre ore in automobile.

Arrivo e vedo questo colore ...

è ben vero che io sono abituata bene, visto che ho questo dietro casa...


cioè il lago di Carezza, ma questo


vale la gita, guardate che colori


e questi

e questi

e questi




questo lago è diventato molto famoso da un paio di anni, è apparso il televisione in una serie a puntate su Rai 1, ma sono certa che molti lo conoscevano già per la sua bellezza, e' il lago di Braies, un altro gioiello delle Dolomiti, e' circondato dalle montagne, ma ha un immissario  e un emissario, non è un lago alimentato da sorgenti sotterranee come il lago di Carezza, che purtroppo si va prosciugando.

Naturalmente l’organizzazione che si trova attorno al lago è encomiabile, ed è per questo che amo l'Alto Adige, ho trovato ben 4 posteggi organizzati con posteggiatore, in cui si posso posteggiare a pagamento le automobili, c’è un autobus che collega il lago alle citta’vicine, un albergo sulla riva del lago, una chiesetta e un noleggiatore di barche a remi con cui fare una gita sul lago.

Non ho trovato immondizie abbandonate nonostante ci fossero tantissime persone e  molti pranzavano al sacco; ci sono toilette pubbliche, e nonostante ci fossero tante persone, non c'erano schiamazzi, tutti ammiravano la natura,  forse il turista della montagna è di natura piu' educato del turista del mare?  





Commenti

  1. Sull'educazione del turista di montagna avrei da ridire alquanto, si trova di tutto per sentieri, sono entrata in rifugi in cui non si riuscivano a scambiare due parole per il chiasso, quindi generalizzare come sempre non è sensato. Tuttavia che il Sudtirol abbia saputo ben gestire le risorse che copiose sono giunte in quanto Provincia autonoma non v'è dubbio alcuno, c'è chi ha avuto gli stessi finanziamenti e si è mangiato soldi per generazioni a venire, invece loro gestiscono il turismo in modo eccellente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si, qui si vede che il denaro pubblico viene speso per la comunità, poi faranno la cresta probabilmente, ma lo fanno in modo contenuto

      Elimina
  2. Va bene, ci sono stato anche io
    e mi è piaciuto tutto come a te
    ma quando mi parlano in tedesco facendo finta di non capire l'italiano
    mi fanno girare le palle e mi vien voglia di...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho lavorato per due anni all'ospedale di Merano, la frase magica è esordire dicendo: "mi scuso per non sapere parlare la sua lingua"

      Elimina
    2. Quello che dici non è nuovo, ma devo dire che a me non è mai successo, sarà che capisco un po' il tedesco? non credo, in ogni caso quando entro in un negozio mi dicono Guten Morgen, ma io rispondo Buongiorno e continuo parlando italiano e a quel punto continuano in italiano...

      Elimina
    3. Mi scuso un accidente!
      loro si scusano mai per non parlare l'italiano?
      sono stato parecchie volte a Bolzano
      e m'è successo spesso di parlare con gente che parla solo tedesco
      i negozianti no, quelli parlano la lingua dei soldi.
      Oltretutto sono una regione autonoma
      che prende parecchio più di quel che dà
      e solo sto fatto mi mette sul "chi va là" nei loro confronti.

      Elimina
    4. io ti offrivo una chiave per aprire un portone, tu continua a saltare la staccionata e a sbatterci i tesori di famiglia, padrone :)

      Elimina
    5. Amanda, te sei una grande e lo sai che ti stimo
      ma di esperienze con i bolzanini ne ho avute parecchie
      non te la prendere se stavolta non concordiamo
      in fin dei conti i tesori son miei.
      Vogliamo parlare dell'ospitalità e dei posti?
      tutto perfetto, a volte pare anche troppo,
      una volta ho spaccato una gomma alla macchina
      la mattina dopo era già a posto con una gomma nuova
      pagata 10 euri in meno di quello che spendo dal mio gommista.
      Se vai a spasso per i boschi hai l'impressione che siano passati i netturbini anche lì
      passarci una vacanza è un vero relax.
      ciao

      Elimina
  3. Haha, vedo che abbiamo i pro e i contro. Io però una vacanza in Alto Adige la farei eccome!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io pure! anzi mi ci sarei pure trasferita

      Elimina
  4. Scenari bellissimi ma, ahimè, non sono una grande estimatrice della montagna se non che per un ... mordi e fuggi.
    Ciao
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in montagna si va in salita, il ritmo rallenta, puoi vedere l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo devi comprendere i tuoi limiti e scendere a compromessi con essi, i colori si moltiplicano o si annientano è un mondo che non avrei mai imparato ad amare se non fosse per amore dell'amore sono nata rana di mio :)

      Elimina
  5. Meraviglioso.... non ci sono altre parole...non sono ancora venuta da quelle parti, ma prima o poi........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ti piacerebbe di sicuro conoscendoti

      Elimina
    2. Questo è uno dei tanti gioielli, ce ne sono tanti altri, vieni ...

      Elimina
  6. Visto il nuovo canale tv Agon Channel? Stanno facendo casting per tantissimi nuovi programmi in partenza: http://www.agonchannel.it/calendario_tour

    RispondiElimina
  7. I love Alto Adige too!
    Grazie MG per queste bellissime foto e buona vacanza!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari