Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Il domatore di farfalle

Il baronetto Alfonsino Sciarra di Vallescura aveva due grandi passioni: la lettura e le farfalle. Il primo lo aveva acquisito dal nonno paterno il barone Dionigi uomo dalla conoscenza sterminata che visse tra i libri e di libri perì, poiché durante una scossa di terremoto gli crollò addosso una delle scaffalature della rinomatissima biblioteca carica di tomi di ogni dimensione. Per suo stesso volere il barone fu sepolto con la sua antica edizione della Divina Commedia nella bara, dato che intendeva ripassare la materia per non fare figura meschina venendosi a trovare a cospetto dell'Altissimo. La passione delle farfalle invece ad Alfonsino derivava dal fatto che,  non si capacitava di come esseri tanto leggiadri e colorati potessero derivare da bruchi striscianti,  nonostante lo avesse studiato nei libri di scienza presi a prestito dal nonno. Di come, pur posandosi tra i fiori più iridescenti  giardino di sua nonna, Donna Riccarda, vincessero comunque la gara per ricchezza di sfu…

Ultimi post

Graziano il veterinario

Alieni allo specchio

Lost in translation

Amo la radio

Serse

La barca di carta

Fahren nach Wien

Luminoso

Incipit: Biografia involontaria degli amanti

Ramen