Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

La coscienza di Zeno

  Kala_illustrations  Prima di Zeno Cosini e della sua sempiterna "ultima sigaretta", ci fu un altro Zeno che dovette fare i conti con la sua coscienza. Il Signor Zeno in questione, che di cognome faceva Albinati, era un'anima lunga e secca, al punto che quando parlava la gente si ipnotizzava a guardare andare su e giù senza sosta quel pomo il cui proprietario, si dice, avesse perfino fornito la costola da cui fu fabbricata Eva. Quella gola magra terminava su una bocca sottile le cui labbra a stento facevano capolino, incastrate com'erano tra quella pallina da ping pong in eterno movimento e un paio di baffi spettinati che Zeno non aveva nessuna intenzione di domare. Appena sopra il cespuglio incolto stava  un naso che avrebbe rincuorato Cyrano perché al suo non aveva nulla da invidiare. Lungo, affilato e "puntato verso un glorioso futuro" . Così almeno lo rassicurava la madre, buon'anima. Nel tempo aveva imparato che quel naso, se anche non gli aveva pr

Ultimi post

Giampaolo

Dalia

Omissioni remote

Bianca

Così lontano, così vicino

Chiaroscuri

Monsieur e Madame

La memoria deve essere allenata

L'uomo che costruiva se stesso

Le tentazioni di Antonio