Sul bus





Salgono dopo di me, si siedono poco più avanti.
Avranno 17 anni.
Lei ha un codino da cui cadono dei riccioli, è appena un poco morbida, ed ha il viso cupo, strizza tra le mani un fazzolettino di carta ormai ridotto ad un cencio.
Lui ha una faccia pulita, le si siede affianco, le parla calmo all'orecchio, la guarda negli occhi, il viso vicino vicino a quello di lei.
Ed io istintivamente faccio il tifo per lui.
Ed io so che lei non potrà che capitolare, perchè una donna, qualsiasi età abbia, non può resistere a tanto amore, perchè tutta quella dolce quiete non può essere che amore.
E quando mancano dieci secondi alla fine del loro viaggio, ed una fermata alla fine del mio, lei si asciuga gli occhi e lui le passa il braccio sulle spalle e la bacia teneramente vicino al naso.
Poi scendono.
Poi sorrido.

Commenti

Post più popolari