Aria e luce



Poi torna la fame di aria, di luce, si sale a cercarle dove abbondano. Si riempiono i polmoni finché la testa gira, finché i muscoli bruciano, la fatica fisica narcotizza il dolore di questi mesi, quando finalmente la salita finisce inizia la danza, la neve è poca ma fila che è una meraviglia. Poche nuvole nel cielo aperto del primo pomeriggio. Penso che le sarebbe piaciuta questa piana spazzata dal vento.
Il viaggio di ritorno lascia posto ai pensieri dolci: sono stata figlia per più di mezzo secolo, è la cosa che ho fatto più a lungo in tutta la mia vita. È stato facile, è sempre facile quando ci si sente protetti, sostenuti, amati. I miei genitori hanno dato un senso compiuto al nome che hanno scelto per me.
Il tramonto dal finestrino è un regalo.


Oggi mi tocca voltare pagina, io ricomincio comunque da qui

Commenti

  1. Anche l'essere genitori da un senso alla vita,
    lo faremo per tutto il tempo che sarà necessario
    e lo faremo anche quando capiremo che non saremo più indispensabili
    e anche quando avremo bisogno dei nostri figli dando loro la soddisfazione di aver aiutato un genitore
    lo faremo come l'hanno fatto i nostri prima di noi,
    meglio o peggio non so ma certamente come l'avremo imparato da loro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho avuto questo oneroso privilegio

      Elimina
  2. Bellissimo post. Hai avuto fortuna, ad essere figlia amanda così a lungo... ma è stata fortunata anche la tua mamma.

    RispondiElimina
  3. Veramente bello questo tuo post, che, nonostante tutto, sembra dare un senso alle cose. Lo spero ...
    p.s. gran belle foto, in particolare quella notturna.

    RispondiElimina
  4. Un inno alla vita. E l'aria si assapora quando, come dici, se ne ha fame. Perché ci e mancata.

    RispondiElimina
  5. Ti aspettavo. Buona rinascita Amanda di nome e di fatto.

    RispondiElimina
  6. Che bel modo di ricominciare. E che bel punto di partenza per farlo.

    RispondiElimina
  7. respirare, anche se l'aria che entra frizza e fa male. perchè ricominciare bisogna, direbbe Yoda, maestro Jedi. io ti dico la stessa cosa di sempre, ti voglio bene, un bene grande e vero e lo so che serve in questi momenti. e ci si sente zoppi, ci si sente senza appoggio, ci si sente solitari. ma ci sono gli amici, gli affetti, il 3/4.....

    RispondiElimina
  8. L'aria e la luce, amare ed essere amati, la terra e il cielo, la neve e il sole fanno un circolo virtuoso.
    Si riparte da ogni fibra di vita, cara Amanda, e tu hai le mappe giuste per farlo.

    RispondiElimina
  9. Ripartire. Con la consapevolezza di essere stata protetta, sostenuta e amata. Perché è grazie a loro che sei diventata quella che sei. Un grandissimo dono da mettere a frutto nella vita quotidiana.

    RispondiElimina
  10. Come te, conosco solo il privilegio d'esser figlia e, altrettanto importante, d'esser stata nipote a lungo e nipote molto amata. Sono privilegi, hai ragione. E più passa il tempo, più capisco quanto sia fortunata.

    RispondiElimina
  11. grazie a tutti per l'affetto che mi avete dimostrato, mi ha scaldato il cuore

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari