Incipit: Eleanor Oliphant sta benissimo






Quando qualcuno - tassisti, igienisti dentali - mi chiede che lavoro faccio, io rispondo che lavoro in un ufficio. In quasi nove anni nessuno mi ha mai chiesto di che tipo di ufficio si tratta o che genere di lavoro svolgo. Non so decidermi se è perché corrispondo perfettamente alla loro idea di come dev'essere una che lavora in un ufficio oppure se è perché la gente sente la frase lavoro in un ufficio e automaticamente completa gli spazi bianchi: una tizia che fa le fotocopie, un tipo che digita si una tastiera.

Gail Honeymam. Eleanor Oliphant sta benissimo. Garzanti. Traduzione S. Beretta

Quella di Eleanor è una storia di solitudine, una solitudine assoluta, subita ma anche costruita, come una corazza per il dolore e contro il dolore. Un dolore che ha lasciato cicatrici sul corpo e nell'anima.Un disagio che la rende diversa. La solitudine di una giovane donna in una grande città con un passato invadente e immanente che ci è chiaro fin dalle prime pagine ma che si dipanerà nel corso del suo narrare in prima persona. 

Ai giorni nostri la solitudine è il nuovo cancro, una cosa vergognosa e imbarazzante, così spaventosa che non si osa nominarla: gli altri non vogliono sentire pronunciare questa parola ad alta voce per timore di essere contagiati a loro volta, o che ciò possa indurre il destino a infliggere loro il medesimo orrore

Eleanor sempre impacciata, spesso è incapace  di gestire il rapporto con gli altri.

Se sono incerta sulle azioni da intraprendere, penso: " Cosa farebbe un furetto?" Oppure: "Come reagirebbe una salamandra in questa situazione?", invariabilmente trovo la risposta giusta

Poi Eleanor incontrerà Raymond, non un campione di prestanza sociale e fisica, ma un uomo che sa parlare ed ascoltare e se pensate che sia la solita storia d'amore vi sbagliate

Commenti

  1. Molto interessante. La vita è un incontrarsi di solitudini, a volte riempiono, poco o tanto ma riempiono, e un poco ci cambiano, poco o tanto. Mi piace lo stile, nelle brevi citazioni che hai messo.

    RispondiElimina
  2. L'incipit lo avevo letto anche io, il libro non ancora ma ce ne chiedevamo proprio ieri con una collega, dicendo appunto che non sembrava la solita storia d'amore da ombrellone. Corro a condividere la tua recensione con lei :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa Eleanor è un personaggio complesso e per quanto sia sempre perplessa ad affrontare i bestseller lei il successo se lo merita davvero

      Elimina
  3. davvero interesante grazie grazie

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari