Fuga dall'afa



A volte per scappare al caldo ti arrampicheresti su per i muri.
Se i muri sono belli come quelli di una cattedrale gotica, se sono così preziosi da essere considerati patrimono dell'umanità, se sono nel tuo cuore da 33 anni perché sono il primo posto di montagna vera che ti ha portato a conoscere il 3/4, se andarci è quasi un rito, se ogni volta che entri in quella valle ti incanti e ti struggi da tanta perfetta bellezza allora stai salendo al Mulaz dalla Val Venegia.
Certo è che sabato a 2906 mt stavo in maniche di camicia e solo perché ero molto sudata e c'era una lievissima brezza.

Dalla vetta verso Cimon della Pala

Sfatta e felice sulla vetta

Il rifugio dedicato al finanziatore del disastro del Vajont

Verso la discesa Marmolada

Campanile dei Lastei di Focobon

Ma al ritorno io mi aspettavo il solito marmotta tour, invece causa un acquazzone  ( benedetto sia il 3/4 che mi obbliga a portare sempre l'ombrellino nello zaino che comprende anche la mamma gonfiabile per ogni evenienza) ne abbiamo vista una sola, grossa come un cocker, grassa come un cinghialetto, ma pur sempre una sola. Abbiamo cenato alla Venegiotta, abbiamo fatto gli ultimi chilometri di valle camminando a ritroso per non perderci nemmeno un secondo dello splendore delle Pale al tramonto, poi a mezzanotte passata siamo tornati a mettere la testa nel forno

Commenti

  1. che bello a respirare aria limpida e bellezza!!!
    vengo anch'io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. veramente per la prima volta c'era foschia anche lì, si evince anche dalle foto, la volta precedente che ero stata in vetta tutto era così limpido che sembrava un plastico

      Elimina
  2. Che splendida gita. Le foto rendono bene l'idea :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì ma al marmotta tour ci tenevo molto :(

      Elimina
    2. Dai, ti rifarai. Nel frattempo hai visto quella sorta di, emh, ibrido :D

      Elimina
  3. che posti meravigliosi, sono dell'idea che la montagna abbia con sé qualcosa in più rispetto a tutto il resto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il mio amore per la montagna non è stato a prima vista e specie per la montagna di alta quota ci sono posti dal paesaggio lunare che mi inquietano ancora non poco, ma d'altra parte ci sono delle architetture naturali così perfettamente armoniose da far pensare che debba quasi esserci un progetto dietro a tanta bellezza

      Elimina
  4. Ma che cos'è la mamma gonfiabile??? (Si rimane sempre indietro, a nuove tecnologie...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. noi diciamo che nello zaino c'è anche la mamma gonfiabile per dire che c'è tutto ma proprio tutto al bisogno :D

      Elimina
  5. bello
    mi piace che mentre tutti vanno a farsi fotografare in cima
    te lo fai a 30 metri più sotto
    quasi che non fosse importante toccare il vertice
    ma la strada per arrivarci,
    brava, non credevo ed evidentemente mi sbagliavo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non vorrei dispiacerti ma la prospettiva inganna sono solo a tre metri dalla campana e dato che ognuno che arriva in vetta tira la funicella stavo per rimanere sorda del tutto a forza di scampanii che mi rintronavano, così ci siamo spostati un poco più avanti per mangiare il paninozzo con la mortazza senza uscirne suonati :D finite ste ferie?

      Elimina
    2. Non sono in fere
      sto lavorando e torno la sera tardi
      poi si cena e si esce con gli amici a prendere un po' di fresco
      e quando torno raramente ho voglia di mettermi davanti al computer
      lo faccio ogni tanto per leggere quel che scrivono gli afecionados
      ciao.

      Elimina
  6. Sembri una bellissima Heidi, ed effettivamente a te i monti fanno ciao. Non le marmotte, questa volta. Bhè, io non credo di averne mai vista una. Ineccepibile el panin co a mortadea, a suggello della vetta conquistata. Annaffiato da bionda birra o rosso vino? Non leggerò risposte analcoliche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. acqua di torrente, solo acqua di torrente, l'alcool la sera alla malga, avevo un paio di passaggi in corda fissa da fare al ritorno e puri umidicci per neve sciolta, meglio non abusare della sorte

      Elimina
    2. Sissì, io vedo sempre la parte godereccia, ma un paio di passaggi in corda fissa, aiuto!

      Elimina
  7. Finalmente ti vedo! Oddio, che voglia di essere in montagna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma come non mi avevi ancora vista?

      Elimina
  8. Sembri davvero Heidi, la foto è bellissima, si capisce la tua soddisfazione e a ragione.
    Anch'io sabato sono fuggita dal forno........ma non sono ancora tornata :)
    .....la mamma gonfiabile è stupenda....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. le guance rosa c'erano, anche le ginocchia, niente caprette ed una sola coda invece che due (sugli anni stendiamo un velo pietoso) :D

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari