Storia di una donna senza storie

Vincent Manalo





La donna senza storie teneva la penna con la punta sospesa a pochi millimetri dal foglio.
Un foglio troppo grande.
Un foglio troppo bianco.
Sperava che una non precisata energia fluisse verso l'estremità dei suoi polpastrelli e facesse scivolare quel pennino sottile in una scia d'inchiostro blu come le notti dal cielo spazzato da venti di maestrale, sulla quale iniziassero improvvisamente a danzare uomini innamorati, donne che non avevano imparato come ricambiarli, gatti filosofi portatori di verità incontrovertibili, salse della felicità e minestroni ammazza paura, ombrelli bagnati di luce, adolescenti quieti e anziani disobbedienti, saldatori di nuvole sfilacciate, sequoie bonsai, begli anatroccoli, riparatori di cuori infranti, sabbie azzurre e cieli dorati, nascite misteriose e morti da manuale (anche se, a dire il vero,  nessuno aveva mai saputo narrare di una sola morte da manuale), mucche volanti e pecore nitrenti, stolti rinsaviti, politici onesti, cani infedeli, numeri imperfetti, teoremi matematici opinabili, latori di pace, guerre alle guerre, notti vuote di lune, albe di lune piene, orologi arresi allo scorrere del tempo.
Ma  niente e nessuno decise di librarsi elegante su quel blu di china.
La donna posò la penna, una lacrima le scorse lungo il viso.

Commenti

  1. sarebbe forse bastato un brivido, un bacio improvviso o inatteso da dietro.
    un piccolo sussulto e il pennino avrebbe toccato il foglio, e le storie si sarebbero riversate inarrestabili fibo a farne un guernica colorato di mondo e di amori e di guerre e di alberi infiniti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a volte manca giusto il brivido e tutto si inceppa, ma più che un guernica colorato meglio un mondo sognante, erotico o magico

      Elimina
  2. Che bello questo quadro! Non conoscevo Manalo, mi ricordo un po' Olbinski. (Io credo che, dopo la lacrima, il pennino raggiungerà il foglio)

    RispondiElimina
  3. sono d'accordo con giardigno: ora basta piangere, passiamo all'azione!

    RispondiElimina
  4. Bello toccante tutto e bellissimo il quadro. Buona settimana un abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Molto bello e sono anch'io daccordo: ora basta piangere è ora di agire! Grazieeeeeee
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  6. Come dice Rockyno: le lacrime non riempiono la ciotola!!! ( lui è molto essenziale nelle sue emozioni ma gli esempi come vedi sono chiari!) :-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bere acqua salata in effetti non è il massimo ;)

      Elimina
  7. è un po' che passo da qui, e leggo senza riuscire a scrivere. Volevo solo dire che mi sembra sempre di conoscere le persone di cui racconti, questa forse un po' più da vicino di altre. e anche che ci sono delle storie che quasi quasi mi vien voglia di commissionarti, per sapere come vanno a finire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. va bene tu manda i tratti fondamentali dei personaggi io provo a sceneggiare, sai mai.....

      Elimina
  8. Risposte
    1. benvenuta :) la bella scoperta è reciproca

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari