Per M.



Sonia MariaLuce Possentini



Cara M.,
queste mie righe per ringraziarti di averci provato, di aver messo a disposizione parte di te per la salvezza della tua sorellina, per la serenità dei tuoi genitori, per poter continuare a crescere insieme.
Oggi purtroppo sappiamo che non sono bastati quel regalo, tutto il tuo amore e quello di tuoi genitori,  tutta la fatica e la tenacia della tua sorellina a combattere con il male a farla guarire, e ci è scivolata via dalle braccia che la tenevano stretta alla vita. Vorrei però che ricordassi che non c'è nessuna colpa nell'essere vivi, sani e ragazzini, nessuna nel ricominciare a guardare il mondo con gli occhi lievi di una adolescente, anche se dentro cova la rabbia del furto così grande che la vita ti ha fatto, proprio nell'età in cui ci si sente invincibili, e pronti a rivendicare la propria autonomia ed identità pur con le difficoltà che i cambiamenti portano con sé. La piccola guerriera, che oggi salutiamo, sarà con te per sempre, in ogni scoperta, in ogni gioia, in ogni ansia, in ogni struggimento; quel piccolo  pezzo di te, che donasti a lei sperando di sanare quello squarcio enorme di vita che la malattia aveva compiuto, e i ricordi degli anni pieni di amore che l'hanno preceduta sapranno accompagnarti ad una nuova conquista della vita, quella normale, quella fatta delle piccole cose, dei gesti, dei mutamenti del divenire di una piccola donna che cresce. Non tradire la vostra sete di vita, per farlo, riappriopriati della tua, con la consapevolezza, oggi più che mai, che ogni attimo è prezioso

Commenti

  1. spero che M. possa leggere queste tue parole
    <3 <3 <3 <3 <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io. Spero che M. possa tenere con sé questa lettera per rileggerla nei momenti tristi.

      Elimina
  2. Bellissimo e struggente. Grazie.

    RispondiElimina
  3. Povera piccola M., crescere con questo buco dentro. Ma si, deve fare suo ogni momento di vita e assaporarla per due, per sé e per lei.

    RispondiElimina
  4. Piccina. Non riesco a immaginare cosa si possa provare, se ci provo mi va in blocco il cervello.

    RispondiElimina
  5. Quando si riesce ad esprirmere qualcosa di straordinariamente struggente con parole lievi, si va dritti al cuore. Thanks
    d

    RispondiElimina
  6. senza parole, pieno di brividi

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari