Col vento


riccio3


 
 
 
 
 
Cammini da sola nella notte più ventosa dell'anno, in cielo qualcuno ha rovesciato un sacchetto di diamanti, non ci fossero le montagne potresti vedere fino alla fine del mondo. Il passo è svelto, il gelo si insinua soffiando sotto i vestiti, i capelli sembrano discutere con Newton sull'effettiva esistenza della forza di gravità, perfino la sua mela, in una notte come questa, prenderebbe il volo.
Vorresti sentirti Mary Poppins portata dal vento, ma Bert non si vede, anche se i pinguini potrebbero essere dietro l'angolo a ballare il tip tap.
Colpa di questa fine di aprile che giocando a carte con l'inverno ha vinto la mano e rilancia spavalda. Improvvisamente, l'unica anima viva rischia con te un frontale, ha attraversato la strada di fronte a te, vi fermate appena in tempo, i vostri sguardi si incrociano, ti fissa, lo guardi, ha una buona stazza, nel suo genere.
E dopo la lunga occhiata, ti dice "Che hai da guardare? Li hai visti i tuoi di capelli?"
Non ho osato ribattere, gli ho sorriso, ha ricambiato, ci siamo allontanati entrambi nella notte anelando un piumino

Commenti

  1. Ma che deliziosi questi due raminghi anelanti piumini...

    RispondiElimina
  2. Bellissima questa notte ventosa, spettinante e gelida, e il porcospino... <3 <3 <3

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari