Elezioni 2013

Qualcuno può dire a Bersani di cambiare lavanderia a secco?

Commenti

  1. Orpo, io questa non l'ho mica capita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. diceva che avrebbe smacchiato il giaguaro.....

      Elimina
    2. Poveraccio, quello lì non è mai stato il suo posto, ma d'altronde lui le primarie le aveva anche organizzate... non è colpa sua se lo hanno votato.

      Elimina
  2. una delusione così dal popolo italiano... ancora una volta, ancora una volta.
    siamo un popolo di caproni, zoticoni, poco seri, disonesti e volgari cialtroni...
    che delusione...stamani non ho spiccioli...
    Sandra

    RispondiElimina
  3. Scilipoti, capisci hanno avuto il coraggio di rieleggere Scilipoti se lo meritano, che altro si può dire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se si fosse candidato Schettino eleggevano pure quello

      Elimina
    2. il problema è che ci toccano anche a noi.....

      Elimina
  4. Io però non riesco nemmeno a chiamarla delusione: il popolo lobotom-italico è composto per buona metà da telespettatori semianalfabeti, allocchi creduloni, bigotti fascistoidi, criminali e disonesti... Era tutto tristemente prevedibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai perfettamente ragione

      Elimina
    2. concordo con i semianalfabeti ecc.. ma mi era rimasta una speranzina....

      Elimina
  5. Ma basta piagnistei, per carità!
    Anche a me fa male vedere il cancro del berlusconismo ancora così dilagante, ma intanto è successo un fenomeno di portata storica: abbiamo in Parlamento una enorme forza di interdizione rispetto a qualunque politica dettata da convenienze e connivenze coi poteri della finanza, delle mafie e della corruzione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Franz il problema è che se non fanno un governo e ci rimandano alle urne avere la nuova forza politica non serve ad un bel niente

      Elimina
  6. Il governo lo fanno, vedrai, l'ha chiesto anche il nostro ineffabile capo di Stato; e sarà l'occasione per completare il percorso di sputtanamento di questi dinosauri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo il link a un commento di Giulietto Chiesa, (come sempre il più lucido di tutti):
      http://www.alternativa-politica.it/dibattito-politico/6114/

      Elimina
  7. Anche per me queste esternazioni andavano bene a caldo, ma oggi è il giorno dopo.
    E' vero, siamo un popolo equamente diviso fra interessi personali in luoghi pubblici, grandi menti pulite incapaci all'azione, rivoluzionari incoscienti, con tante contaminazioni trasversali.
    I politici di sinistra e destra sono d'accordo sui grandi temi dell'economia, della finanza e della maniera di governare il Paese.
    Per me era vitale mandare a casa la casta.
    Non vedevo alternativa al coraggio di dire no per praticare la disobbedienza ragionata della critica (cit.).
    Ho deciso di votare il Movimento 5 stelle.
    Sapevate che credevo in Giannino e nel suo voler fare per fermare il declino, ma alla resa dei conti (sue dichiarazioni false e movimento con minor autorevolezza senza la sua presenza) ho deciso diversamente.
    Ieri ero dispiaciuta per i risultati della sinistra, oggi penso che ce l'abbiamo fatta.
    Noi, cittadini di buona volontà. Anche se staremo a vedere.

    RispondiElimina
  8. oggi al lavoro eravamo tutti ( o quasi, qualcuno avrà pure votato per il piazzista )
    muti. Vedo che ne hanno tolte un po' anche a te.

    RispondiElimina
  9. quando l'acqua tocca il popò impareranno a nuotare?

    RispondiElimina
  10. Fino all'anno mille o giù di lì
    i vescovi venivano nominati dal clero e dal popolo
    ma non sempre per maggioranza di voti o per acclamazione,
    era prevista anche la possibilità di una minoranza verace,
    una minoranza che avesse ragione.
    Mi sono spesso chiesto se il voto di gente che partecipa alla vita civile,
    si documenta e si impegna nella conoscenza della politica e del sociale
    avesse lo stesso valore del voto di chi non gliene importa niete
    e magari è disposto a fare mercimonio del suo voto.
    La risposta sarebbe "SI", il suffragio universale prevede una testa un voto,
    aspetto ancora che il signor Suffragio mi convinca.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari