Alieni allo specchio






C'era questo imbecille che faceva su e giù incessantemente con la moto d'acqua e, da qualche parte, nella nebbia del suo cervello, si fece strada un pensiero: "Che ci sarà di divertente a girare in uno spazio tanto ristretto?" Cercò di alzare il capo, ma proprio in quel preciso istante una tizia iniziò a giocare a squash contro i suoi lobi frontali e lo faceva con una tale cattiveria, con una tale determinazione che nel giro di qualche secondo grondava già sudore dal suo completino da tennis bianco immacolato: strano circolo sportivo il suo cervello quella mattina. Ora si rese conto che poco più a sud un tizio in sahariana e caschetto coloniale, arrancava, binocolo al collo, nel deserto del suo cavo orale, inerpicandosi a stento tra le dune sabbiose riarse, dalla base della lingua. Pensò " mai più, mai più" e solo a pensarlo la tipa dello squash si fece ancora più accanita. Da un retaggio culturale cinematografico le venne il sospetto che le fossero indipensabili un bloody Mary e due aspirine, (anche queste farneticazioni denotavano un'età che cominciava a farsi di tutto rispetto, anche se l'età era l'unica cosa di lei degna di rispetto ad un esame della sua persona in quel preciso momento) ma sicuramente non avrebbe trovato succo di pomodoro e tabasco in casa, pensò una variante con passata di pomodoro e salsa worcester, ma la sola idea le fece montare la nausea. Fu così si trovò a pensare che le Majors cinematografiche degli anni 50-70 dovevano, alla firma del contratto con un attore, inviarlo in un reparto di gastroentorologia per far rivestire di acciaio le pareti del suo tubo digerente, in ogni film di quel tempo tutti bevevano di tutto la sera, e la mattina, al primo cenno di nausea e cefalea si facevano, a digiuno, due aspirine ed un bloody Mary e la vita tornava a sorridere. Certo i meno tenaci erano morti tra i 24 ed i 36 procurandosi gloria sempiterna, ma i più resistenti erano passati indenni da tutto quello e poi poi erano pure sopravvissuti alla piaga dell'AIDS degli anni 80-90, delle vere  rocce, solo la chirurgia plastica era riuscita a fare più danni mummificandoli in improbabili smorfie di materiale gommoso da riciclo, ma pazienza, la sopravvivenza a se stessi ha il suo prezzo. Lei invece doveva riuscire a sopravvivere alla prossima mezzora, doveva tentare di mettersi in posizione verticale per arrivare alla doccia senza passare davanti allo specchio temendo con orrore di spaventarsi. Si disse "conto fino al tre, e poi scendo dal letto", come nelle scene di ER col defibrillatore; il primo tentativo fu un fallimento, una linea piatta con un bipppppppppp prolungato da fine vita solcò la sua coscienza, il secondo riuscì ma fu seguito da uno tsunami cerebrale, l'odiosissima giocatrice di squash finì meritatamente a gambe all'aria, il cialtrone sulla moto d'acqua fu ingoiato da uno squalo di passaggio lasciando una scia rossa sanguinolenta mista a rottami, lei lambita dalla violenza dell'onda vacillò ma riuscì a mantenere la posizione, non fu altrettanto pronta ad evitare il confronto con lo specchio, la curiosità rimaneva sua peculiare caratteristica anche in quel poco onorevole frangente. Ciò che vide era un imbarazzante OGM frutto dell'elucubrazione mentale di uno spietato ingegnere genetico che vantava tra i suoi antenati Mengele in persona, il folle sadico aveva mescolato i geni di un procione (non si può pensare che una tornando a casa sbronza, praticamente all'alba, abbia l'ardire di ricordarsi che se ci si trucca, e non era sua consuetudine farlo, è buona norma igienica, struccarsi prima di coricarsi), un pugile suonato ed una gorgone, e a dirla tutta, dato il suo stato si sentiva come se  solo la sua testa mozzata fosse lì a rimirarsi schifata allo specchio. Affranta dall'orrido spettacolo si autopunì con una doccia semigelata.


continua

Commenti

  1. Haha, descrizione perfetta, me ne ricorderò la prossima volta che torno a casa sbronza (certo che se Paul Newman è l'uomo più bello della Storia, in quel film è al suo massimo splendore).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ora devo decidere se continuare con lei o farne una carrellata di personaggi che si vedono allo specchio diversi da come sono, mah!
      come Paul nessuno mai

      Elimina
    2. ho deciso per la carrellata, ho iniziato a fabbricare il secondo alieno

      Elimina
  2. Salve, sono Paul...

    Ho cercato di pigiare su "continua" ma non succede niente
    e sebbene abbia da fare avrei continuato volentieri a leggere.

    Si può continuare con lei fino a sera e poi cominciare con altri?
    Io lerggerò comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continuerà, appena decido come continuare :)
      Com'è che da te non si riesce ad accedere ai commenti invece ci ho provato due o tre volte e nulla, ho riavviato la pagina e niente com'é?

      Elimina
  3. Ho voluto vedere bene com'è fatto il Bloody Mary
    è un cocktail a base di vodka, succo di pomodoro e spezie piccanti
    od aromi come la salsa Worcestershire, il tabasco,
    il consommé (o, in alternativa, il dado da cucina), il cren,
    il sedano, il sale, il pepe nero, il pepe di Caienna e il succo di limone.
    Non l'ho m,ai bevuto e non credo che comincerò.
    per l'ingresso adesso vado a vedere

    RispondiElimina
  4. tu continua, comunque.... sai che mercoledì avevo anch'io una che mi giocava a squash nella testa (tutta colpa della sinusite): a Firenze c'era la notte bianca e ho deciso di intorpidirla con un moito ..... per un po' a funzionato anche, la tipa si è accasciata da una parte del mio cranio zitta zitta....
    vediamo come continua ... sarebbe bella una carrellata di alieni!!!
    ciao bella passerotta!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
  5. Ho incaricato la Luigina di andare a vedere e ha detto che va tutto bene,
    ha messo un commento per chiarire anche se non serviva (dice lei)
    La Sandra indovina ha commentato poco fa e c'è riuscita
    puoi riprovare?

    RispondiElimina
  6. Rocky dice meno male che la conosciamo doppiata la Liz...la voce originale non è esaltante. ..il Paul invece piace assai

    RispondiElimina
    Risposte
    1. su Paul non tramonta mai il sole :)

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari