Sulle barricate




Forse non ve ne eravate accorti ma c'è la rivoluzione, inizierà il 24 febbraio, ma i giacobini li abbiamo alle porte, per il momento troneggiano su manifesti grandi come campi di calcio in giro per le nostre città, a vederli tanto rivoluzionari non si direbbero, ma si sa  "l'abito non fa il monaco" e a dirla tutta nemmeno il curriculum vitae, poi loro si mettono molto d'impegno per passare inosservati come rivoluzionari, perchè se metti assieme l'aggettivo moderato vicino a rivoluzionario beh una grande accensione di animi, diciamo, che non è che la procuri. Mai viste tante liste con l'aggettivo rivoluzionario stampigliato sopra. D'altra parte abbiamo ex premier recenti che si propongono riduttori di tasse dopo averci tassato anche l'aria emessa inavvertitamente la mattina appena svegli in inverno quando levandoci dalle coltri la differenza termica può causare certi inconvenienti, ex premier passati prossimi che per farla pagare alla Signora Tedesca dal fianco generoso, che tanto si battè per cancellare il loro sorriso a 54 denti, solo 14 mesi fa, decidono che tasseranno la birra e per dare un brivido a santa romana chiesa decidono di aprire alle unioni omosessuali dopo aver inventato il family day a cui si presentavano con le figlie minorenni di altre famiglie. Abbiamo il candidato premier di sinistra (ora sinistra è una parola forte) che fa le primarie ma poi si pente perchè bisogna pur garantire ai soliti noti di rimanere  candidabili anche se la gente non li ha proprio votati. Poi ci sono i 5 stelle, quelli che restano dopo l'ennesima epurazione. Va bene basta per oggi ho la nausea, la rivoluzione la inizio da domani

Commenti

  1. Ecco, io non ci sarò, però non è che mi dispiaccia poi tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sai mica come vorrei essere altrove io questa volta

      Elimina
    2. Ma il voto degli italiani all'estero è determinante, n'est pas ? :)

      Elimina
    3. Be', diciamo che io quanto a residenze e cittadinanze varie sono un po' in un limbo...

      Elimina
  2. Potrei iscrivermi alle liste elettorali di un altro Paese, così assolvo al mio dovere di cittadina rispettosa che esercita un proprio diritto e allo stesso tempo si rifiuta di votare questa classe politica italiana.......che si può fare ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. accettano votanti italiani in Olanda?

      Elimina
  3. Il dieci per cento dei candidati voluti dal segretario
    e il resto votato alle primarie mi sembra il minimo che si possa avere.
    Nessun partito ha fatto le primarie tranne noi,
    il 10% è stato scelto dalla direzione del partito e dal segretario
    tra le persone di cui ha fiducia, non credo che per questo ci si possa critisare.
    Non c'è motivo per non votare, è la massima espressione della democrazia
    ed è non solo un diritto ma soprattutto un dovere esprimere il proprio voto per
    scegliere chi vogliamo al governo.
    Se vogliamo cambiare la classe dirigente dobbiamo entrare nelle sedi dei partiti,
    è lì che si fanno le scelte ed è lì che possiamo influire per il cambiamento.
    Le critiche fatte stando seduti in poltrona non hanno nessun valore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c'è gente che è morta e aveva 20 anni per consentire a me ed agli altri italiani di votare, mai rinuncerò al mio diritto di voto.
      Sono andata a tutte le primarie del PD fino a queste ultime, questa volta non ho partecipato, anche questo è un mio diritto, non mi hanno convinto, soprattutto non mi convince non vedere nulla di scritto nero su bianco su cosa faranno una volta al governo, 10 punti come ai tempi di Prodi mi basterebbero per conoscere le priorità, non si parla di ambiente e non ci sarà più nessuno dei loro teatrini da mestieranti se non si parte dai fondamentali, ora, perchè il degrado del territorio ci succhia soldi, non ci dicono come intendono combattere le mafie che ormai sono ovunque e non basta candidare Grasso perchè la corruzione mangia soldi che dovrebbero andare alla scuola, alla sanità al sostegno sociale

      Elimina
    2. E soprattutto mi pare che il diritto di critica sia ancora lecito e che le epurazioni fossero tipiche del Movimento 5 Stelle, ora non mi cadere anche tu :)

      Elimina
    3. sono carponi, ma ncora non steso, Ciao Amanda critica pure, non saròcerto io a fermarti, nel fratempo entra nelpartito e spaccagli...i timpani.

      Elimina
  4. GRANDE AMANDA!
    Lo sai che vorrei un post "politico" il giorno dispari ed uno il giorno pari perchè questo è il paese in cui vivo in cui voglio vivere e per cui voglio concorrere al cambiamento.
    Allora, assunto per certo che i "poltronati" sono deliquenti (vi consiglio anche il film di Bellocchio Bella Addormentata per ricordarci di che pasta sono fatti i nostri politici), dobbiamo cercare scovare trovare votare qualcuno che abbia a cuore VERAMENTE il cambiamento.
    Oscar Giannino?

    "Per questo motivo auspichiamo la creazione di una nuova forza politica – completamente diversa dalle esistenti – che induca un rinnovamento nei contenuti, nelle persone e nel modo di fare politica. Cittadini, associazioni, corpi intermedi, rappresentanze del lavoro e dell’impresa esprimono disagio e chiedono cambiamento, ma non trovano interlocutori.
    www.fermareildeclino.it"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giannino il cambiamento?

      Elimina
    2. So che era repubblicano, ma per quello che ho letto e per quello che ha detto a Treviso il mese scorso mi pare seriamente motivato a cercare di fermare il declino. Il problema potrebbero essere le alleanze locali, ma ho paura che sia difficile trovare qualcuno completamente senza scheletri nell'armadio.

      Elimina
  5. Io ho chiesto a mia cugina che abita a Lugano se possono invaderci....si e' messa a ridere invece la mia richiesta era seria...

    RispondiElimina
  6. Amanda, ho 48 anni suonati, a 13 anni andavo la domenica mattina a vendere l'unità porta a porta, ho fatto tutta la gavetta politica e mi sono sdegnata al mio primo consiglio comunale: troppi inciuci per me anche in un paesino, figuriamoci nelle alte sfere. Non lo so se vado a votare, o forse vado e annullo la sk, perché si, votare è un mio diritto e un mio dovere ma questa volta non so neanchè chi è il meno peggio, mi fanno schifo tutti. E criticare da seduti è facile, ma io mi sono seduta ora,..... prostrata e sconfitta... forse, perchè NON mi piace perdere.
    Grazie cara, con affetto
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ripensandoci chi devo votare io, Bersani e tutti i cattolici con lui che non vogliono le unini di fatto o gli omosessuali, per dirne una sola, o Monti supermortes e supertasse che ci ha spolpato e ora ci promette la riduzione della pressione fiscale?, o lui, l'onnipotente faccia di plastica che ora è in televisione vergine come una bambinella che continua a inveire contro i magistrati comunisti e ora anche femministe? O chi altri, i grillini epurati? o gli arancioni? o Ingroia? scusatemi, non mi piace nessuno, nessuno davvero.
      Ecco, mi fai inca@@are prima di andare a letto e lo hai detto tu che io do il meglio quando sono inca@@ata... buonanotte a tutti.
      Sandra
      p.s. IO SONO COMUNISTA, RIDATEMI ENRICO BERLINGUER!

      Elimina
  7. io l'ho già detto si candidasse la Milly Gabanelli mi metterei a raccogliere le firme

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari