Alla finestra




Con la storia e la filosofia
ti puoi erudire
ma un gatto alla finestra
va già oltre quello che puoi capire


Andrea D'Urso

Commenti

  1. ...non che abbia gran simpatia felina...
    ma questa è bella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sono sempre stata una cagnara, poi ho vissuto quasi 15 anni con una gatta, bisogna condividere gli spazi con un gatto, le prospettive cambiano

      Elimina
  2. io ho la Piera, gatta nobile fiorentina, pelo lungo, elegante, intelligente... si apre il sacchetto dei croccantini da sola, stiamo cercando di insegnarle a richiudere anche.... ma quando è in botta e ti si strofina addosso miagolando mi fa struggere!
    baci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... a richiudere :D
      noi si cerca nuovamente un gatto che non dia problemi al naso del 3/4 che a volte con certi mici problemi ne ha e mi manca così tanto, non fosse per questo ostacolo avrei un peloso in giro per casa da mo'

      Elimina
  3. Perfettamente e felinescamente d'accordo... :-))))

    RispondiElimina
  4. i gatti hanno una loro filosofia di vita...

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. a me piace pescare le cose interessanti :)

      Elimina
  6. La mia Mimì, oltre a guardare l'infinito davanti alla finestra, spesso alza anche lo sguardo al cielo. A volte penso che è da lì che arriva visto che in un giorno d'inverno comparve dal nulla nel mio giardino, giá cresciutella, timida ma decisa a fare conquista. Non ci volle molto a fare largo nel mio animo cagnaro e oggi lei è diventata presenza imprescindibile nella mia vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. oh è vero che bello quando guardano il cielo.
      Sai se il cielo ne manda di gatti sui terrazzi al 4° piano?

      Elimina
  7. Ciao
    Conosco una signora che ha un amore viscerale per i gatti.
    I gatti randagi trovano sempre qualcosa da mangiare davanti a casa sua.
    Riguardo a quel gatto alla finestra chissà cosa sta puntando,forse...

    Un abbraccio, Edo

    RispondiElimina

  8. Amanda!
    Guarda! Stupisci...
    Com'hai ridotto quel gatto per te!
    L'hai fatto diventare intelligente,
    ti disprezzerà per sempre.



    RispondiElimina
    Risposte
    1. naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

      Elimina
  9. Scrivo, e guardo alzarsi ed abbassarsi il pelo della schiena di George in maniera ritmica e regolare, sta dormendo sulla sua poltrona preferita.
    Spuntano le orecchie in sù, perchè lui dorme tranquillo, ma controlla il mio battere sui tasti.
    Ora ha nascosto il muso sotto la pelliccia e vedo spuntare solo i lunghi baffi. Sa che sto scrivendo di lui.
    La pace che mi dà questo batuffolone di pelo è incredibile.
    Adoro i gatti, la loro bellezza mi lascia senza fiato, la loro eleganza mi fa sorridere, la loro saggezza mi incute rispetto.

    "I fervidi innamorati e gli austeri dotti amano ugualmente nella loro età matura, i gatti possenti e dolci, orgoglio della casa, come loro freddolosi e sedentari.
    Amici della scienza e della voluttà, ricercano il silenzio e l'orrore delle tenebre; l'Erebo li avrebbe presi per funebri corsieri se mai avesse potuto piegare al servaggio la loro fierezza.
    Prendono, meditando, i nobili atteggiamenti delle grandi sfingi allungate in fondo a solitudini, che sembrano addormirsi in un sogno senza fine; le loro reni feconde sono piene di magiche scintille e di frammenti aurei; come sabbia fine scintillano vagamente le loro pupille mistiche."

    "I Gatti", da I fiori del male di Charles Baudelaire

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari